Accordo storico tra Agti e Italia Sotterranea

Cosa prevede il patto Associazione Grotte Turistiche Italiane e Associazione Italia Sotterranea. Tutte le realtà aderenti alle due associazioni applicheranno tariffe ridotte a coloro che esibiranno il biglietto d’ingresso di uno degli altri siti, inizierà inoltre lo scambio del materiale pubblicitario nelle reciproche sedi ed infine verrà organizzata, durante i corsi Agti, una giornata specifica per le cavità artificiali, con il supporto della Società speleologica italiana, che comprenderà attività di ricerca, rilievi, campagne di misura, formazione degli operatori del settore. L’Associazione grotte turistiche italiane rappresenta 24 siti famosi per i loro ambienti realizzati dall’acqua nel corso di milioni di anni, tra i quali Frasassi e Castellana; quella di cui è presidente lo speleologo Roberto Nini  rappresenta invece 12 importanti luoghi aperti al pubblico sotto altrettante città come Roma e Torino, scavati nei secoli dalla mano dell’uomo. Tra questi ci sono anche i sotterranei umbri di Narni e Orvieto; nel 2017 anche Matera, già designata Capitale europea della cultura per il 2019.

«Nel campo turistico – fanno sapere i due protagonisti – si tratta di un grande accordo di portata nazionale che movimenterà ogni anno circa 1.200.000 visitatori, provenienti sia dall’Italia che dall’estero e permetterà di conoscere, il ricco patrimonio che letteralmente ‘calpestiamo’ ogni giorno, con ottime ricadute economiche per i territori interessati».
Leggi tutto l’articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi